La gronda in sintesi

La Gronda di Genova è un nuovo tratto autostradale a due corsie per senso di marcia che rappresenta il raddoppio dell’esistente A10 nel tratto di attraversamento del Comune di Genova, dalla Val Polcevera fino all’abitato di Vesima.

Il progetto ha l’obiettivo di dividere il traffico cittadino da quello di attraversamento e dai flussi connessi con il porto della città, alleggerendo il tratto di A10 più interconnesso con la città di Genova (dal casello di Genova Ovest (Porto di Genova) sino all’abitato di Voltri) e trasferendo il traffico passante sulla nuova infrastruttura che si affiancherà all’esistente.

Ad oggi le autostrade dell’area genovese svolgono anche la funzione di tangenziale per il traffico urbano con volumi di traffico molto elevati; in alcuni punti della rete si registrano flussi superiori ai 60.000 transiti giornalieri, con un’alta percentuale di veicoli commerciali.

Alleggerendo l’unico asse stradale ligure oggi costituito dalla A10 la Gronda permetterà di migliorare le condizioni di circolazione nell’area genovese con un risparmio stimato di 10 milioni di ore all’anno per gli utenti del sistema di viabilità autostradale e locale, garantendo un miglioramento anche in termini di sicurezza stradale e crescita economica.

Il tratto della A10 compreso fra gli svincoli di Genova Voltri/Prà, Genova Pegli e Genova Aeroporto sarà oggetto di interventi di riqualifica e  diventerà libera da pedaggio, svolgendo una funzione di collegamento per spostamenti prettamente urbani.

61 km di nuovi tracciati autostradali

Page 1 Created with Sketch.

24 viadotti

23 gallerie (per un totale di 50 km, l'81 % dell'intero tracciato)